Blog: http://appunti.ilcannocchiale.it

Nemesi di Philip Roth

Che angoscia questa nuova storia di Roth! Naturalmente scritta meravigliosamente: un'epidemia di poliomelite uccide i ragazzini di Newark nel 1944, in pieno conflitto mondiale. I ragazzi che si ammalano e muoino, i loro genitori, la vita del villaggio, il giovane insegnante di sport, raccontati da uno di loro. Il male per Roth, lo abbiamo visto anche negli altri suoi libri, è qualcosa di inevitabile e sotterraneo, che sorprende e si espande come una macchia d'olio viscido, senza alcuna spiegazione. Raccontato con fredda cronaca di fatti e sentimenti. Nessuna speranza è ammessa. Indimenticabili le pagine del funerale del primo ragazzino: gran voglia di buttare il libro dal finestrino del bus dove ero a leggerlo! Contento però di non averlo fatto e di esser arrivato alla fine.

Philip Roth, NEMESI, Einaudi 2011

Pubblicato il 17/4/2011 alle 22.37 nella rubrica Libri.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web