Blog: http://appunti.ilcannocchiale.it

Chesil Beach

Si può amare senza fisicità? Il sublime perdersi di chi si ama si può privare della carnalità, soprattutto quando si è mariti e moglie? Questo è nel fondo il drammatico interrogativo di questo libro, sublimemente scritto. E’ il racconto di una prima notte di nozze, nello scenario suggestivamente descritto della costa di Chesil, all’inizio del ‘900. Le parole e i gesti dei due coniugi raccontano il loro essere più profondo. McEwan non delude!

Ian McEwan, Chesil Beach, Einaudi 2007

Pubblicato il 28/5/2011 alle 22.56 nella rubrica Libri.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web